loading ...
immagine 1immagine 2immagine 3immagine 4immagine 5immagine 6

La compagnia

L'attuale gruppo della Filodrammatica di Laives è composto da una trentina di persone, assieme ai vecchi filodrammatici si sono ben inseriti parecchi giovani che hanno contributo ad una crescita omogenea del gruppo teatrale: Sicuramente bisogna dare atto al regista Roby De Tomas della crescita esponenziale del gruppo, attraverso le sue scelte, qualche volta anche difficili.
La Filodrammatica di Laives negli ultimi 20 anni ha affrontato autori diversi, locali, classici e contemporanei, sempre usando il dialetto TRENTINO come espressione verbale.
Come non ricordare successi e riconoscimenti conseguiti con gli spettacoli "Camera a ore" versione dialettale da Fritz Wempner, "L'arca de Noè versione dialettale da Santucci, "La broca spinzada" versione dialettale da Kleist, "I vedovi alegri" da Regnard, infine gli ultimi lavori da "Siamomomentaneamenteassenti" del grande Luigi Squarzina e "La terra Promessa" dell'autore venostano Feichtinger ed infine "L'ufficiale matrimoniale" da Flatow, ricordiamo inoltre gli allestimenti degli autori locali da Silvio Castelli a Elio Fox a Francescotti ecc. Notevoli sono gli sforzi che la Filodrammatica di Laives ogni anno compie per trovare qualcosa di nuovo, qualcosa di bello per valorizzare il teatro amatoriale e perchè no, il teatro dialettale trentino.


Siamo orgogliosi di questa nostra scelta di fare teatro in dialetto trentino e grande è la soddisfazione quando, con questo nostro dialetto, riusciamo a ottenere lusinghieri successi anche fuori dalla nostra regione, ricordiamo premi ottenuti a Salerno e riconoscimenti ottenuti in Sicilia nel Veneto Piemonte, Friuli e in Toscana.

 

UN PO' DI STORIA

 

Siamo nel 1952 ed il gruppo  FILO-GIAC sorto subito dopo la guerra per fare un po' di attività e nello stesso tempo divertirsi, si da il primo statuto e delle cariche sociali: Presidente Don Luigi Simoni, Regista Mariano Zigante, Cassiere Maltauro Carlo, Segretario Sergio Benetti e Scenografo Gino Coseri .......

 

         1952

 

                                  1956

 

...... 1964, il gruppo lascia il nome di FILO-GIAC e diventa FILODRAMMATICA DI LAIVES, e da questa data anche le donne verranno a far parte della Compagnia dando così completezza al progetto "Teatro".

Questo il primo direttivo: Presidente Camillo Zenatti, regia e scenografia Gino Coseri, cassiere Giuseppe Galletti, segretario Mario Zanotti, consiglieri Scandella Bruno, Franceschini Adriano, Giusto Luciano e Mosna Bruno ...

 

1966

1969

 

 

 

1970

 

 

1971

 

 

1972

Compare per le prime volte un imberbe ragazzino (Roby De Tomas) che con gli anni diventerà un personaggio di spicco della Filodrammatica e sarà il regista di molti dei successi delle future stagioni teatrali.

 

 

1973

 

 

 

1975

 

 

..... a questo punto per poter andare avanti servono dei contributi pubblici, si viene a conoscenza dei contributi provinciali e comunali appositamente istituiti per l'attività culturale e sorge il problema della regolarità della costituzione in associazione della Filodrammatica.

Fino al 1976 si era andati avanti con lo statuto creato nel 1963 e così il giorno 24.5.1977, Gino Coseri, Camillo Zenatti, Roby De Tomas (attuale regista), Carla Zamboni, Frazza Loris (attuale direttore artistico), Adriano Franceschini e Modesto Trentinaglia (Bobo) si recano dal Notaio Nicolodi a Bolzano e per la prima volta viene ufficialmente costituita la FILODRAMMATICA DI LAIVES, naturalmente semplicemente depositando il vecchio statuto che era servito per tanti anni ...

 

1977

 

 

 

1978

 

 

1979

 

 

1980

 

1981

 

 

 

1982

 

Stefano Fait, da alcuni anni regista della Filodrammatica, tornando a casa dalle prove, rimane ucciso in un tragico incidente stradale.

Il giorno seguente la Compagnia, pur se angosciata, decide di andare in scena ugualmente con lo spettacolo  "L'E' MASSA STROF" ormai pronto e con i manifesti già stampati sui quali c'era scritto "Regia di Stefano Fait".

Da quell'anno, per ricordare Stefano, la Rassegna del Teatro Dialettale, organizzata annualmente, viene intitolata a suo nome.

 

1982/1983

 

1984

 

1985

 

1986

 

1987

 

 

Scusandosi per aver fatto solo pochi accenni e pochi nomi quando avrebbe dovuto elencare dal primo all'ultimo tutti i meravigliosi protagonisti di questa avventura, qui il narratore si ferma, perchè le foto non sono più sgranate, non hanno più una ragnatela di graffi, diventano a colori, insomma non hanno più il fascino dell'antico.

Si ferma il narratore ma naturalmente non si é fermata la gloriosa Filodrammatica di Laives che é andata avanti con sempre maggior entusiasmo, maggior passione e maggior successo,  arrivando sino ai giorni nostri con il fermo proposito di proseguire imperterrita sino a quando anche le foto attuali sembreranno reperti storici ed allora forse, un altro narratore aggiungerà altri 40 anni a questa fantastica storia.

--------------------------------------------------- § ------------------------------------------------------

 

 

 

 

2014

 

 

201

 

 

 

2016

 

27 febbraio 2016

Macerata

 

Continua la raccolta

****************************************************************************************************************

17° FESTIVAL TEATRALE NAZIONALE IL MASCHERONE 2015/16

 

Nuovo grande Successo della FILODRAMMATICA DI LAIVES al 17° Festival Teatrale Nazionale Il Mascherone 2015/2016

Bolzano teatro comunale di Gries 17 aprile 2016

IL MARITO DI MIO FIGLIO

Regia di Roby De Tomas

 

 

 

2017

 

6 maggio 2017
riapre il teatro delle Muse
 

 

 

 

 

 

 

TRE GIORNI DI FESTA PER LA RIAPERTURA UFFICIALE DEL TEATRO DELLE MUSE

QUOTIDIANO A. ADIGE 01.10.2017

Cronaca di Laives

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DICEMBRE 2017

Per cominciare sereni e soddisfatti il 2018

16 aprile 2018

 

DOMENICA 15 aprile 2018

 

MARTEDÌ 25 settembre 2018

Assemblea generale Filodrammatica foto di Emilio Insolvibile

 

 

 

27.10.2018


La grande FILODRAMMATICA DI LAIVES presenta a Pasiano di Pordenone

LA CENA DEI CRETINI

e riceve quattro nomination: Regia, Gradimento del pubblico, Miglior spettacolo (giuria tecnica) e miglior attore protagonista.

BRUNO DE BORTOLI vince il premio quale MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

03.11.2018


BRUNO DE BORTOLI ritira il premio

 

VIdeo amatoriale della Premiazione